“Sono un fenomeno paranormale”

La sensitiva Sylvia Browne in diretta tv rivelò alla madre di una ragazza (scomparsa l’anno precedente) che sua figlia era morta.


“rivedrò mia figlia?”
“sì, la rivedrai. In cielo, tesoro.”

Sylvia Browne
La famosa sensitiva.



La madre di Amanda Berry restò così turbata dalle parole della sensitiva che la sua angoscia peggiorò ulteriormente, e due anni dopo morì di infarto.

Le prime parole di Amanda Berry nel tentativo di liberarsi



Sette anni dopo la sua morte, sua figlia invece venne ritrovata, e viva; anzi era riuscita a fuggire con le proprie forze dalla casa del suo aguzzino (per un pelo, visto che la prima persona alla quale chiese aiuto non parlava inglese, quindi non la capiva), portando con se la figlia da lui avuta, e permettendo di liberare le altre prigioniere.

La sedicente sensitiva è morta 6 mesi dopo, e siccome non è stata rivelata ufficialmente la causa della morte, si sono diffuse illazioni circa un possibile suicidio, o comunque morte in seguito all’assunzione di sostanze illecite.

Sylvia Browne
Anche no.



L’orribile vicenda che fa da scenario a questo discutibile sciacallaggio (favorito dalla tv, solo per avere più ascolti) è quella del “Mostro di Cleveland“.

Forse ti interessa anche...
Quando un minore scompare, la preoccupazione e l'ansia sono letteralmente intollerabili. Le ricerche sono disperate;
Delphi, Indiana. Una cittadina poco popolosa, nella quale tutti più o meno si conoscono; un
Due ragazzi: 25 anni lui, 24 lei. Lui impiegato in un giornale locale, lei bibliotecaria.Innamorati,
A partire dai primi anni '90 in una cittadina della Siberia hanno cominciato a sparire
Nella prima metà degli anni '80 l'area attorno a Londra fu colpita da una catena

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *