Non solo pietre.

Quiz:
cos’hanno in comune i mobili dell’IKEA e i reggiseni di Victoria’s Secret?





Soluzione:
entrambi i prodotti sono stati in passato assemblati da carcerati.

I prodotti IKEA sono stati lavorati (anche) da detenuti nella Germania Est, durante gli anni ’70 e ’80.

A quanto pare ricevendo una paga pari solo al 4% del salario di un operaio comune.




La biancheria intima di Victoria’s Secret invece, grazie ad una catena di sub appalti, negli anni ’90 è stata in parte confezionata da 36 detenuti nel South Carolina.



Nota a margine: realizzare oggetti per il mercato -invece di spaccare pietre lungo le statali- per la società ha sicuramente un vantaggio.

Carl Panzram, carcerato e destinato ai lavori forzati appena maggiorenne, si dedicò con tale entusiasmo allo spaccare pietre per ore, da diventare il più enorme, temibile e muscoloso individuo di tutta la colonia penale- ben più forte e imponente di qualunque guardia.

Grazie alla forza straordinaria che si era guadagnato, riuscì a evadere infinite volte, occasionalmente anche piegando le sbarre.

Panzram arrestato in seguito al furto di una bicicletta, registrato sotto un falso nome.



Soprannominato “la rabbia personificata”, era il tipo di persona che ad esempio, sorpreso da un agente di polizia sulla scena di un crimine, non solo riusciva ad avere la meglio sul poliziotto armato, ma aveva persino l’idea e le capacità di stuprarlo seduta stante.

Chissà se la sua storia sarebbe stata diversa, se avesse cucito reggiseni.


Se hai trovato questo articolo interessante, condividilo o metti un like sul post di Facebook: quando avrà raggiunto abbastanza condivisioni o reazioni, ne pubblicherò uno nuovo. A presto!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *